Image default
Parlano di noi

Chi è davvero Giulio Tarro, il virologo anti-Burioni e De Luca. Tra titoli inventati e bufale.

Uno spettro si aggira per l’Europa: il virologo. Magari già Premio Nobel o luminare non ascoltato in patria che sa tutto sul Covid. Ogni Paese ne ha uno e l’Italia non fa eccezione. Per noi a difendere i colori della categoria c’è Giulio Tarro, primario emerito dell’Ospedale Cotugno di Napoli, che ha più volte sostenuto che con il caldo il virus scomparirebbe e che in Italia il “lockdown è senza senso, perché dobbiamo usare le armi di questo Paese, il sole e il mare per aiutarci a guarire”, quindi “andare in vacanza invece che rimanere in casa col contagio familiare”, e che in “Africa la malattia non sta attecchendo perché fa caldo” – mentre un rapporto della Commissione economica delle Nazioni Unite per il continente nero avverte: la pandemia può fare 3,3 milioni di vittime.

Continua a leggere sul sito dell’Espresso

Articoli correlati

Il presidente dell’Onb trascina in tribunale tre giovani biologi perché lo chiamano «no vax»

Redazione

Popolazione virale

Biologi per la Scienza

La protesta di tre studenti contro l’Ordine dei biologi e i convegni sull’omeopatia finisce in Tribunale.

Redazione

Questo sito, come tutti i siti web, utilizza i cookie. ACCETTA LEGGI L'INFORMATIVA